Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

NUOVA ZELANDA

MERCATO AGROALIMENTARE: BREVE INTRODUZIONE

La Nuova Zelanda si trova agli antipodi rispetto all’Italia, nel Sud dell’Oceano Pacifico a circa 1.900 chilometri a sud est dell’Australia, è costituta da un arcipelago che si estende per una longitudine di 2.000 chilometri con due isole maggiori, l’Isola del Nord e l’Isola del Sud e numerose isole minori.
Il paese è caratterizzato da una gran diversità sia geografica che climatica, si va dal clima sub tropicale nel nord sino ad un clima sub antartico nell’estremità meridionali.
Nelle zone settentrionali le temperature medie oscillano attorno ai 15° gradi centigradi nel sud attorno ai 9°. Gli inverni sono meno rigidi che nei paesi dell’Europa Occidentale, nevica soltanto nelle aree montuose dell’Isola del Sud ma sono abbondanti le precipitazioni piovose.
Come numero di abitanti è un piccolo paese che non raggiunge i 4,7 milioni. Il 77% della popolazione è di origine europea, soprattutto britannica. Le popolazioni indigene, i maori, rappresentano il 16% circa della popolazione, la parte restante sono immigrati dai paesi asiatici.
Il 72% dei neozelandesi vive nelle aree urbane e i tre quarti vivono nell’Isola del Nord.
La Nuova Zelanda è un paese altamente sviluppato, ricco, con redditi pro capite elevati, un welfare efficiente e generoso.
Il settore primario produce il 7,6% del PIL Il settore primario ha quindi un’importanza notevole sia nella formazione del PIL che nell’impiego di forza lavoro.
Il settore agroalimentare è molto importante: le produzioni di latte e derivati, ma soprattutto gli allevamenti di animali da carne, costituiscono i principali prodotti d’esportazione.
Il 90% della carne di agnello, l’80% di quella bovina e il 75% di quella di pecora prodotti nel paese vengono esportate. Dalla Nuova Zelanda proviene il 40% della carne d’agnello prodotta a livello mondiale come anche il 30% della lana.
Anche la produzione lattiera è rilevante e il 90% del latte prodotto viene esportato.
Un’altra produzione agricola che è diventata un po’ il simbolo del paese è il kiwi e infatti la Nuova Zelanda produce il 25% dei kiwi a livello mondiale.
La gran parte delle attività industriali riguardano i processi di trasformazione dei prodotti del settore primario soprattutto l’agroalimentare e il tessile.
Il problema principale della Nuova Zelanda è la sua posizione geografica, lontana da tutti i mercati più importanti. Anche l’Australia, che è il paese più vicino, comunque dista 1.900 chilometri.
La Nuova Zelanda è anche un grande produttore vitivinicolo, 314 milioni di litri nel 2016, in prevalenza vini bianchi soprattutto della varietà Sauvignon Blanc, con una accentuata propensione all’export, circa il 73% della produzione.
Nell’interscambio commerciale tra Italia e Nuova Zelanda noi esportiamo prevalentemente macchinari (32% del nostro export) e veicoli e mezzi di trasporto (13%) mentre importiamo soprattutto pellame e filati (47%), soprattutto lana merino utilizzata nel settore della moda-abbigliamento e prodotti agroalimentari (22%), soprattutto carni e ortofrutta a cominciare dai kiwi.
Anche se la Nuova Zelanda è un paese lontano con una popolazione piuttosto piccola (4,7 milioni di abitanti), è un paese molto ricco con redditi medi pro capite che sfiorano i 40.000 Euro annui e ci sono buone opportunità per i prodotti agroalimentari italiani di qualità, dall’olio d’oliva ai sughi e condimenti, dai tartufi ai prodotti caseari.
Più difficile la situazione per il vino, sia perché la Nuova Zelanda è un forte produttore vinicolo, sia perché anche la nazione geograficamente più vicina, l’Australia è un altro grande produttore vinicolo per cui per le cantine italiane, ma più in generale europee, quel mercato è piuttosto ostico a meno di non proporre prodotti molto particolari o innovativi.

 

GUIDE SETTORIALI

 

Per acquistare le Guide Settoriali inviate una e-mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

indicando i Vostri dati: Nome e/o Ragione Sociale, indirizzo, città, e-mail, eventuale recapito telefonico, Partita Iva o Codice Fiscale e il titolo/i o il codice del/dei prodotto/i richiesti.

 

Nuova Zelanda agro reportIl Mercato dei
PRODOTTI AGROALIMENTARI e BEVANDE

in NUOVA ZELANDA
Report 2024


Formato: PDF
Prezzo: Euro 55
Codice prodotto: NZE24AAREP
Pagine: 90
Stato: in aggiornamento

 

Indice: Dati generali - Rischio paese - Quadro macroeconomico - Il mercato dei prodotti agroalimentari e delle bevande: caratteristiche principali - Il settore agricolo - L'industria alimentare - Il settore delle bevande - Prodotti principali - Import-Export - Consumo - Dati e statistiche - Normativa di settore - Norme sull’importazione  - Tariffe, tassazione e barriere doganali - Etichettatura prodotti - Distribuzione commerciale - Canali di vendita - Catene della GDO (grande distribuzione organizzata) - Settore Horeca (Hotel restaurant and catering) - Negozi specializzati - Altri canali - Formazione dei prezzi  - Comportamento dei consumatori - Tendenze e prospettive - Strategie di entrata nel mercato neozelandese - Fiere di settore - Mass media di settore - Indirizzi utili.

 

 

Nuova Zelanda agro databaseIl Mercato dei
PRODOTTI AGROALIMENTARI e BEVANDE

in NUOVA ZELANDA
Database 2024


Formato: Excel
Prezzo: Euro 45
Codice prodotto: NZE24AADB
Numero riferimenti: 120
Stato: in aggiornamento

 

Elenchi, in formato Excel, completi di: nome, ragione sociale, tipologia commerciale, indirizzo, città, telefono, fax, sito web, e-mail, altri dati e informazioni utili di: Produttori - Importatori - Distributori - Grossisti - Catene della Gdo (Grande distribuzione organizzata) - Operatori settore Horeca (Hotel, restaurant, catering)- Negozi specializzati al dettaglio e online - Ristoranti di cucina italiana.

 

   

Analisi Mercati  

   

Chi è online  

Abbiamo un visitatore e nessun utente online

   
© ALLROUNDER