Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

IL MERCATO MONDIALE DELLA BIRRA
BREVE INTRODUZIONE

La birra è una delle più antiche bevande alcoliche esistenti al mondo e anche la più consumata. Nel 2017 la produzione mondiale si è assestata su 195.200 milioni di litri, di pocchissimo superiore a quella dell’anno precedente.
Per dare un metro di paragone nel 2017 la produzione mondiale di vino è stata un ottavo circa, pari a 24.670 milioni di litri.
Il continente asiatico è al primo posto per produzione (66.400 milioni di litri), seguito dalle Americhe (59.600 milioni di litri) e soltanto al terzo posto c’è l’Europa (52.400 milioni di litri) che, fino a una decina d’anni fa, era al primo posto sia per produzione che per consumi. Segue quindi l’Africa con 14.800 milioni di litri e infine l’Oceania con 2.000 milioni di litri.
Per quel che riguarda la classifica dei paesi produttori al primo posto c’è la Cina con 44.000 milioni di litri prodotti nel 2017, al secondo posto gli Stati Uniti con 21.800, poi il Brasile con 14.000, la Germania 9.300, la Russia 7.400, il Giappone 5.500 e poi tutti gli altri.
Il settore birrario è fortemente concentrato, nonostante esistano diverse migliaia di birrifici in tutto il mondo, molti sono microbirrifici, ma ci sono poi aziende multinazionali molto grandi con quote di mercato rilevanti, basti pensare che le prime 40 aziende a livello mondiale hanno una quota sulla produzione totale del 73%.
A guidare la classifica dei produttori c’è il gruppo belga AB inBev (con una quota di mercato sulla produzione globale del 31,4%, seguito dall’olandese Heineken (quota dell’11,2%) mentre la terzo posto c’è il più importante produttore cinese la China Res. Snow Breweries (6,5%). Seguono quindi il gruppo danese Carslberg (5,8%), quello statunitese Molson Coors (5,1%), il gruppo cinese Tsingtao Brewery Group (4%), quello giapponese Asahi (3%) e a seguire tutti gli altri.
Il mercato della birra in Italia nel 2017 ha conosciuto nuovi record, innanzitutto a livello produttivo raggiungendo una produzione di 1.560 milioni di litri, ma anche nell’export che ha raggiunto i 270 milioni di litri e nei consumi pro capito che hanno raggiunto i 31,8 litri annui.
Il fatturato del settore si avvicina a 3 miliardi di Euro e il numero di addetti supera ormai i 140.000.
I principali paesi di destinazione delle nostre esportazioni sono stati il Regno Unito (140 milioni di litri), seguito da Francia e Olanda.
Le importazioni invece si sono assestate sui 64 milioni di litri con un calo del 9% circa rispetto all’anno precedente. I principali paesi di provenienza delle nostre importazioni sono la Germania (31%), seguita dal Belgio 824%) e dall’Olanda (11,5%).
Sul mercato italiano sono in calo i consumi fuori casa, hanno rappresentato nel 2017 il 37,6% del totale mentre sono in aumento i consumi in casa.
Si rafforza anche la stagionalità dei consumi, il 47% delle birre viene consumata nel periodo estivo (da maggio ad agosto).
Continua il trend positivo dei microbirrifici che ormai hanno superato il numero di 850, con in testa la Lombardia (134 microbirrifici), seguita da Piemonte (80), Veneto (74) e Toscana (63).

 

 

 

 

 

 

 

   

Analisi Mercati  

   

Chi è online  

Abbiamo un visitatore e nessun utente online

   
© ALLROUNDER